AMBIENTE

ISOLA DEL LIRI – DEPURATORE: AVANTI TUTTA, IL COMITATO… INDIETRO TUTTA

Lo scorso mese di Aprile, Fratelli d’Italia aveva esultato: “Grazie alla nostra politica sana il Comitato parteciperà alla conferenza dei servizi”.

Il Comitato cui si riferiva era quello dei cittadini che contrastano la realizzazione del depuratore comunale in località Mancinella, con a capo il presidente Gianpaolo Tomaselli. Dopo un incontro il sindaco, ragionier Massimiliano Quadrini dichiarò: “Ho recepito le criticità indicate, anche condivisibili. Ci confronteremo con Acea su questi aspetti e chiederemo che il comitato venga inserito nella conferenza dei servizi perché credo che sia giusto”.

A dire il vero era sembrato paradossale ai più che Gianpaolo Tomaselli, consigliere comunale di maggioranza con delega proprio all’ambiente nonché appunto presidente del comitato, avesse avuto bisogno dell’intercessione di Fratelli d’Italia per illustrare al suo sindaco le criticità del progetto del depuratore comunale e tutta la riunione era sembrata piuttosto un voler prendere tempo e gettare fumo negli occhi ai componenti del comitato. Proprio ieri è emersa tutta la verità: pubblica e ufficiale. Sull’albo pretorio del comune di Isola del Liri è stato pubblicato un avviso dalla Regione Lazio-Area Valutazione Impatto Ambientale (V.I.A.)  indirizzato a tutti i componenti della conferenza dei servizi. Chiarisce molti aspetti, ma non viene assolutamente indicato il Comitato dei cittadini. Quello che emerge è che la stessa conferenza è stata aperta già dalla fine di gennaio a seguito della richiesta avanzata da Acea Ato 5 e del deposito di tutta la documentazione richiesta. Emerge anche che alcuni enti hanno inoltrato note, chiarimenti ed integrazioni, cui Acea aveva risposto già alla fine di marzo. Tra questi enti  non risulta che il comune di Isola del Liri si sia fatto carico, come promesso,  delle criticità indicate dal Comitato. Non sappiamo se ad Aprile nella riunione in comune con Fratelli d’Italia ed il Comitato, il Sindaco abbia illustrato questo stato molto avanzato ed irreversibile della procedura o si sia limitato alle promesse, certo è che adesso restano 30 giorni per ulteriori osservazioni dopodiché il rilascio del parere V.I.A. sarà il via libera definitivo alla realizzazione del depuratore intercomunale. Restano le cose non vere dette alla gente della Contrada, le iniziative politiche estemporanee, gli atteggiamenti poco coerenti di chi a Capitino è “contro” il depuratore e in Municipio è a favore. Nella foto una simulazione dell’area con il depuratore realizzato – L’immagine è allegata agli atti che consigliamo di leggere attentamente a tutti i membri del Comitato, al presidente, al Consigliere delegato all’ambiente, al sindaco e a chi sostiene di fare “politica sana”.

AUDAX


Dolce Mimi Scarpetta Carrelli, Pneumatici nuovi e usati

GARDEN Center Sora Pasticeria, Gelateria, Catering Caruso